martedì - 16 Aprile - 2024
More

    Pippo Baudo e suo figlio segreto: “Una relazione extraconiugale ”. Ecco con chi

    Pippo Baudo e il figlio segreto di cui mai nessuno ha parlato.

    Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo, detto Pippo, è un conduttore televisivo, conduttore radiofonico, compositore e paroliere italiano conosciuto da tutte le generazioni che hanno da sempre seguito, negli ultimi 50 anni, la tv italiana.

    Durante la sua carriera, Baudo ha avuto diverse storie sentimentali, e attualmente ha 2 figli. Alessandro e Tiziana, oggi sua segretaria e assistente, nata nel 1970 dal suo matrimonio con Angela Lippi. È inoltre nonno di Nicholas e Nicole (2010), gemelli figli di Tiziana, e di Sean (1990), figlio di Alessandro, che sempre nel 2010 lo ha reso bisnonno.

    - Advertisement -

    Alessandro, avuto da Mirella Adinolfi, nato nel 1962 e riconosciuto dal presentatore nel 1996 dopo una breve vicenda legale, è il figlio di cui lui non ha mai parlato, e che ha tenuto nascosto per diversi anni nonostante sia stato sempre presente nella sua vita, ma lontano dai riflettori.

    Il motivo? Alessandro è frutto di una relazione extraconiugale, dunque tenuto in segreto. Dopo aver scoperto di aspettare un bambino da Pippo Baudo, la Adinolfi ha deciso di tenere quel bambino e di crescerlo comunque assieme a suo marito, Tullio Formosa.

    Il disconoscimento di paternità, se si fosse opposto al marito e alle legge avrebbe perso la custodia dei due figli avuti” racconta Pippo Baudo parlando di Mirella Adinolfi, la donna che ha amato quando aveva soli 25 anni. Alla fine Mirella decise di restare col marito: “io accettai la sua decisione del resto come potevo biasimarla? Non avevo mezzi economici, un lavoro stabile, come avrei potuto garantirle quel minimo di tranquillità necessaria per affrontare tanti prevedibili problemi. Ricordo che quel 21 ottobre del 1962 andai comunque a vedere il bambino, così come continuai a vederlo di nascosto fino a quando aveva 4 anni.”

    Erano anni e tempi diversi, basti pensare che in quegli anni per adulterio si poteva perfino finire in galera. “Allora per adulterio era prevista perfino la galera, non avevamo alcuna possibilità di conciliare la sua posizione di moglie e madre con la nostra relazione” precisa Baudo. Una situazione difficile che ha costretto la coppia a vivere il loro amore in silenzio, ma anche la nascita di quel figlio.

    Quel bimbo era però frutto di una grande menzogna: lei non aveva il coraggio di dire a suo marito che quello non fosse suo figlio. Riuscì a dire la verità solo quando Tullio si ammalò, come ha raccontato lo stesso Alessandro in televisione, ospite a Domenica Live.

    Ricordo papà che era come uno zio, giocavo con lui, era di casa. Eravamo molto stretti. Pensavo che mio padre fosse Tullio. Sono fortunato perché ho avuto due padri. Pippo era sempre affettuosissimo, mi ha sempre voluto bene. Sapere che fosse mio padre è stato uno shock, dato che anche io ero già padre (nel 1996, ndr). Io non provo rancore, lo shock però rimane, anche se dopo fai mente locale e recuperi. Pippo è una persona pulita ed onesta”.

    Lontano dai riflettori, vicino col cuore

    Pippo Baudo non ha mai escluso dalla sua vita suo figlio che, dopo diverso tempo ha riconosciuto anche legalmente. Ora suo figlio vive in Australia, ma ne sente la mancanza.