lunedì - 4 Luglio - 2022
More

    Lettera di una madre alla propria figlia…

    “Mia cara figlia, il giorno in cui vedrai che sto invecchiando, ti chiedo per favore di essere paziente, ma soprattutto, cerca di capire cosa sto passando. Se quando parliamo, ripeto la stessa cosa mille volte, non interrompere per dire: “Hai detto la stessa cosa un minuto fa”. Ascolta, per favore.

    Cerca di ricordare i tempi in cui eri piccola e leggevo la stessa storia notte dopo notte finché non ti addormentavi. Quando non voglio fare il bagno, non arrabbiarti e non mettermi in imbarazzo. Ricordi quando dovevo correrti dietro inventando scuse e cercando di farti fare una doccia quando eri solo una bambina? Quando vedi quanto sono ignorante quando si tratta di nuove tecnologie, dammi il tempo di imparare e non guardarmi in quel modo. Ricorda, tesoro, ti ho insegnato pazientemente a fare molte cose come mangiare in modo appropriato, vestirti, pettinarti e affrontare i problemi della vita ogni giorno.

    - Advertisement -

    Il giorno in cui vedrai che sto invecchiando, ti chiedo per favore di essere paziente, ma soprattutto, cerca di capire cosa sto passando. Se di tanto in tanto perdo la cognizione di ciò di cui stiamo parlando, dammi il tempo di ricordare e, se non posso, non essere nervosa, impaziente o arrogante. Sappi solo nel tuo cuore che la cosa più importante per me è stare con te. E quando le mie vecchie gambe stanche non mi lasciano muovere così velocemente come prima, dammi la mano nello stesso modo in cui ti ho offerto la mia quando hai camminato per la prima volta. Quando arriveranno quei giorni, non sentirti triste, stai solo con me e comprendimi mentre arrivo alla fine della mia vita con amore. Ti terrò a cuore e ti ringrazierò per il dono del tempo e della gioia che abbiamo condiviso. Con un grande sorriso e l’enorme amore che ho sempre avuto per te, voglio solo dirti, ti amo, mia cara figlia “.